tuscaning.com - Palio di Siena a Siena in provincia di Siena. Informazioni e prenotazioni hotel b&b agriturismi appartamenti residence ostelli campeggi a Siena - Toscana Italia

 
TUSCANING.com info e immagini su Palio di Siena Siena in provincia di Siena. Trova il tuo hotel vicino a Siena. Tutto sulla Toscana con tuscaning.com
  vedi mappa  

Caricamento in corso .. info e immagini su Palio di Siena Siena in provincia di Siena. Trova il tuo hotel vicino a Siena. Tutto sulla Toscana con tuscaning.com Caricamento in corso ..
PALIO DI SIENA  Siena (Siena)   Mi garba
dal 02-07-2011  al 02-07-2011
 
 
40--palio.jpg Palio di Siena Siena - folklore, eventi, avvenimenti, eventi sportivi, cultura, spettacoli, sagre.. tutto in tuscaning.com, tutto in toscana italiavideo Palio di Siena Siena Siena info e immagini su Palio di Siena Siena in provincia di Siena. Trova il tuo hotel vicino a Siena. Tutto sulla Toscana con tuscaning.com

info e immagini su Palio di Siena Siena in provincia di Siena. Trova il tuo hotel vicino a Siena. Tutto sulla Toscana con tuscaning.com
 
"
Il Palio di Siena è una competizione fra le contrade di Siena nella forma di una giostra equestre di origine medievale. La carriera (come viene tradizionalmente chiamata la corsa) si svolge normalmente due volte l´anno: il 2 luglio si corre il Palio di Provenzano (in onore della Madonna di Provenzano) e il 16 agosto il Palio dell´Assunta (in onore della Madonna Assunta).Secondo alcune fonti, fu in ricordo della memorabile battaglia di Montaperti (1260) e dello scampato pericolo che i senesi decisero di indire il famoso Palio, ritenuto oggi da molti la manifestazione e festa storica più importante e rinomata d´Italia.La storia del Palio di Siena è però più articolata e complessa, e affonda le proprie radici in un´epoca ancor più remota. Nelle città italiane del XII e XIII secolo era usanza organizzare corse di cavalli, sia come spettacolo pubblico, sia come competizione tra i diversi allevamenti equini posseduti dai nobili cittadini e non. A queste origini si ricongiungono idealmente le diverse rievocazioni storiche che ancora si svolgono in Italia. Ma questo tipo di Palio non è ancora il diretto progenitore della competizione senese attuale.Parallelamente ai palii dei nobili, i cittadini di Siena cominciarono ad organizzare, più o meno spontaneamente, altre competizioni nei modi più disparati. Si ricordano, a partire dal XV secolo, Palii rionali, Bufalate, Cacce ai tori, Giochi delle pugna, gioco dell´Elmora, giochi di San Giorgio, Asinate, Pallonate. Molte di queste competizioni erano precedute da cortei, rappresentazioni allegoriche, carri trionfali a tema mitologico greco. Notizie di palii si hanno attraverso tutto il XV e il XVI secolo, ma in alcuni casi è difficile capire se le cronache si riferiscano a palii dei nobili (Palio alla lunga) o già a palii alla tonda. L´organizzazione su base rionale della Festa e delle comunità trova la sua origine, probabilmente, nel tipo di organizzazione territoriale delle compagnie militari che caratterizzava l´esercito senese medievale. Quando non c´era la guerra, questa organizzazione si riversava nella competizione nei giochi già citati. La corsa del Palio prende il nome, e non solo a Siena, dal premio: il Palio, dal latino pallium (mantello di lana), era in genere un drappo di stoffa molto pregiata che veniva utilizzato per gli scopi più svariati. A Siena, in genere, era destinato alla chiesa del rione vincitore. Poteva essere utilizzato sia come arredo per la chiesa stessa, o per altri scopi analoghi. comprensibile come, in caso di vittoria, il premio venisse regalato alla Chiesa del rione, sia per riconoscenza sia per devozione. Un´altra possibilità era la restituzione del premio alla Comunità civica in cambio del suo valore in denaro. In questo caso l´importo poteva essere usato, ad esempio, per fornire di dote le giovani più indigenti della contrada o per altre spese di utilità comune. Il vero elemento ´scatenante´ del Palio moderno sta probabilmente in un episodio avvenuto durante l´occupazione fiorentina e spagnola della città. Verso la fine del Cinquecento una famosa Pietà conservata in un tabernacolo nel rione dove aveva abitato Provenzano Salvani, che si diceva essere stata posta nella sua collocazione da Santa Caterina tre secoli prima, fu oltraggiata da un soldato spagnolo. Forse in preda all´alcool, egli sparò alla statua, rimanendo ucciso dall´esplosione del suo stesso archibugio. Era il 2 luglio e, per commemorare il miracolo fatto dalla Vergine protettrice di Siena contro gli occupanti, i cittadini cominciarono di anno in anno a celebrare con sempre maggiore sfarzo l´anniversario. Tra le varie celebrazioni, fu naturale inserire una corsa del Palio. Nel 1611 fu anche innalzata la Basilica di Provenzano che custodisce ancora oggi quello che resta dell´immagine sacra oltraggiata, la Madonna di Provenzano.Questa corsa differiva dalle altre organizzate spontaneamente in altre occasioni: vi partecipavano le contrade (quindi il popolo) e non i nobili; si correva in Piazza del Campo alla tonda e non attraverso le strade della città alla lunga (organizzato dalla nobiltà) o in uno specifico rione. Bisogna presupporre che esperimenti di questo tipo di corsa fossero già stati fatti in precedenza, ma è solo all´inizio del Seicento che il Palio moderno si afferma nel gusto ludico dei senesi.Dal 1656 il Comune di Siena (allora denominato Balìa) si prende in carico l´organizzazione del Palio, consolidando una festa che sappiamo essere precedente. Era nato il Palio di Provenzano come lo conosciamo oggi. I costi del Palio saranno presi in carico dall´aristocrazia fino al 1836. I verbali della comunità senese relativi all´effettuazione del Palio esistono dal 1659 ed è quindi da questo anno che si conteggiano le vittorie ufficiali delle Contrade da parte del Comune. Le registrazioni delle vittorie antecedenti a questo anno sono da considerarsi attendibili solo se suffragate da documenti conservati presso le singole Contrade o da ricerche storiche approfondite.Nel 1701 si comincia a correre, in maniera intermittente perch&ecute; ancora spontanea, anche il Palio dell´Assunta. La data del 16 agosto sembra in questo caso anomala in quanto successiva al giorno di festa della Madonna Assunta. Venne scelta questa data perch&ecute; gli altri giorni canonici delle feste d´agosto, il 14 e il 15, a Siena erano già occupati, rispettivamente, dal Corteo dei Ceri e dei Censi e dalla festa dell´Assunta che culminava nel Palio alla lunga. Quest´ultimo andrà pian piano a perdere di importanza, fino ad essere abolito all´inizio dell´Ottocento, in concomitanza col propagarsi delle idee della Rivoluzione Francese e la conseguente perdita di centralità del ceto nobiliare.Questo nuovo Palio d´agosto era all´inizio un prolungamento dei festeggiamenti della Contrada vincitrice del Palio di luglio, che lo organizzava a proprie spese (quando economicamente possibile, di qui la sua saltuarietà). Dal 1802 segue la stessa sorte di quello di luglio, cominciando ad essere organizzato dall´ormai costituito Comune di Siena moderno.Nel 1729, la governatrice di Siena Violante di Baviera stabilisce i confini delle Contrade. A causa di incidenti occorsi negli anni precedenti, decreta inoltre che non possano partecipare più di 10 Contrade alla volta.Queste sono ancora oggi le date in cui si corre il Palio, la cui caratteristica principale è appunto quella di non costituire una rievocazione storica, in quanto a differenza di altre manifestazioni simili si disputa ininterrottamente da alcune centinaia di anni.La corsa del Palio di Siena si svolge nella piazza centrale di Siena, Piazza del Campo.Ad ogni Palio partecipano solo dieci Contrade tra le diciassette totali, scelte a sorte e secondo un turno che va di luglio in luglio e di agosto in agosto. Il meccanismo è il seguente:corrono di diritto le sette Contrade che non hanno corso il Palio corrispondente dell´anno precedente; un mese prima del Palio (l´ultima domenica di maggio per il Palio di luglio e la prima domenica dopo il Palio di luglio per il Palio d´agosto) vengono estratte a sorte tre Contrade che vanno a completare il lotto di dieci; le altre sette vengono estratte per stabilire l´ordine di sfilata nel Corteo storico e parteciperanno di diritto al corrispondente Palio dell´anno successivo (mantenendo questo ordine di estrazione). Il Palio viene vinto dal cavallo, con o senza fantino, dopo che per primo abbia compiuto tre giri della piazza in senso orario (la ´vulgata´ dice a condizione che questo porti sulla fronte la spennacchiera, cioè la coccarda con i colori della Contrada per la quale sta correndo; in realtà essa ha solo valore decorativo e di aiuto visuale).La partenza, o mossa, si trova all´altezza del vicolo della Costarella dei Barbieri. La linea d´arrivo, segnalata da un bandierino, è nella stessa zona, pur non coincidendo esattamente con la linea di partenza. Il premio per la Contrada è il palio, o drappellone o cencio, stendardo rettangolare di seta dipinto a mano.Nel pomeriggio, prima della corsa, dal Duomo alla piazza si snoda la passeggiata storica durante la quale sfilano sia i mazzieri, i figuranti e i cavalieri rappresentanti il Comune e le istituzioni storiche cittadine sia le comparse delle Contrade i cui figuranti indossando le monture (costumi) con i colori della propria Contrada, la Patria dei senesi.Dopo il corteo storico (alle diciannove e trenta a luglio, alle diciannove ad agosto), i fantini si avvicinano alla mossa uscendo dall´Entrone, l´ingresso del cortile del Palazzo comunale, e si portano nella zona della partenza. A questo punto, il Mossiere, giudice unico della validità della partenza e situato su un palco detto verrocchio, riceve una busta contenente l´ordine di allineamento ai canapi, due lunghe corde che delimitano la zona di partenza. Per accedere alla zona tra i due canapi, la corda posteriore è più corta ed è sorretta da un meccanismo chiamato verrocchino; in questo modo viene lasciato uno spazio attraverso il quale i cavalli fino al nono possono entrare e quello sorteggiato di rincorsa può determinare il momento di partenza. L´ordine è segreto fino all´ultimo momento e viene determinato con un meccanismo automatico: l´ordine della mossa viene conosciuto solo pochi minuti prima di queste operazioni dai tre Deputati della Festa, i fiduciari del Comune nominati di Palio in Palio, garanti e responsabili del corretto svolgimento della Festa.La corsa, a quel punto, potrà prendere il via solo quando i primi nove cavalli risulteranno allineati di fronte al canape: solo a quel punto la rincorsa (il fantino che cavalca l´ultimo cavallo estratto) potrà entrare tra i canapi già al galoppo e dare il via alla corsa. La capacità del mossiere sta nel riuscire a percepire questa intenzione e sganciare con un pedale il canape anteriore con il giusto tempismo; ovviamente la mossa si può ripetere più volte. comune che strategie, veti incrociati, tentativi di raggiungere accordi rendano le fasi della mossa assolutamente incomprensibili ai profani del Palio. Di rado la partenza avviene in pochi minuti.Queste complicate operazioni di partenza spesso risultano molto lunghe e si possono protrarre anche fino al calare della sera, aumentando così la difficoltà di una corsa che si corre a pelo, cioè senza l´ausilio di alcuna sella.Appena il fantino giunge al traguardo (il bandierino), centinaia di contradaioli festanti si precipitano sotto il palco dei Capitani a ritirare il Palio, che sarà dapprima portato in chiesa, poi conservato per sempre nel museo di contrada.Il fantino viene portato in trionfo: la contrada festeggerà a partire dalla sera stessa e per settimane con una serie di cortei e cenini. Ancor di più viene festeggiato il cavallo, in special modo nel caso di una vittoria da scosso, cioè senza fantino. L´animale è comunque l´ospite d´onore alla cena della vittoria che si svolge nelle ultime settimane di settembre nelle strade e nelle piazze del rione vincitore del palio di luglio, la prima settimana di ottobre per il rione vincitore del palio di agosto.La vittoria, tra festeggiamenti e ricompense, ha un notevole costo economico per una contrada, ma chi ha perso non si consola affatto con le cifre ricevute per aver agevolato il vincitore; arrivare secondi rappresenta invece l´autentica sconfitta. Chi ha vinto festeggia anche la sconfitta della rivale; per chi non ha vinto, vedere perdere la propria rivale rappresenta comunque un successo.
"
 
opere d´arte - info e immagini su Palio di Siena Siena in provincia di Siena. Trova il tuo hotel vicino a Siena. Tutto sulla Toscana con tuscaning.com opere d´arte
 
info e immagini su Palio di Siena Siena in provincia di Siena. Trova il tuo hotel vicino a Siena. Tutto sulla Toscana con tuscaning.com altra arte:
altra arte: info e immagini su Palio di Siena Siena in provincia di Siena. Trova il tuo hotel vicino a Siena. Tutto sulla Toscana con tuscaning.com
hotel a Siena - info e immagini su Palio di Siena Siena in provincia di Siena. Trova il tuo hotel vicino a Siena. Tutto sulla Toscana con tuscaning.com hotel a Siena
 
info e immagini su Palio di Siena Siena in provincia di Siena. Trova il tuo hotel vicino a Siena. Tutto sulla Toscana con tuscaning.com altri hotel:
altri hotel: info e immagini su Palio di Siena Siena in provincia di Siena. Trova il tuo hotel vicino a Siena. Tutto sulla Toscana con tuscaning.com
attività a Siena - info e immagini su Palio di Siena Siena in provincia di Siena. Trova il tuo hotel vicino a Siena. Tutto sulla Toscana con tuscaning.com attività a Siena
hotel in Toscana con itinerario - info e immagini su Palio di Siena Siena in provincia di Siena. Trova il tuo hotel vicino a Siena. Tutto sulla Toscana con tuscaning.com hotel in Toscana con itinerario
prenota a Siena - info e immagini su Palio di Siena Siena in provincia di Siena. Trova il tuo hotel vicino a Siena. Tutto sulla Toscana con tuscaning.com prenota a Siena
pubblicità su Siena - info e immagini su Palio di Siena Siena in provincia di Siena. Trova il tuo hotel vicino a Siena. Tutto sulla Toscana con tuscaning.com pubblicità su Siena


eng - info e immagini su Palio di Siena Siena in provincia di Siena. Trova il tuo hotel vicino a Siena. Tutto sulla Toscana con tuscaning.com eng   esp - info e immagini su Palio di Siena Siena in provincia di Siena. Trova il tuo hotel vicino a Siena. Tutto sulla Toscana con tuscaning.com esp   ita - info e immagini su Palio di Siena Siena in provincia di Siena. Trova il tuo hotel vicino a Siena. Tutto sulla Toscana con tuscaning.com ita

2014 tuscaning.com ®